NOMI VOLGARI E DIALETTALI DEI FUNGHI IN ITALIA E NEL CANTON TICINO

ATTENZIONE!!!

Cari amici vi informo c’è un nuovo aggiornamento del "Dizionario dei nomi volgari e dialettali dei funghi in Italia e nel Canton Ticino" su CD. Chi fosse interessato può chiedere un CD al costo di 2 euro più eventuali spese di spedizione o semplicemente chiedere i file aggiornati per posta elettronica all’indirizzo gr.micnat@libero.it . Attualmente i nomi sono 6092 nomi volgari o dialettali da attribuire a circa 530 specie contro i precedenti 4370 nomi volgari o dialettali da attribuire a circa 420 specie.

 

(in calce le modalità per l'acquisto)

 

Sono certo che tutti coloro che si sono impegnati ad allestire mostre di funghi si sono sentiti chiedere più e più volte: "Perché questi nomi latini, così difficili da memorizzare, e non il nome con cui tutti noi li conosciamo?", ma sono altrettanto certo che chi, per propria sventura, si è attentato ad affiancare il nome scientifico col nome volgare o dialettale di sua conoscenza abbia ricevuto contestazioni ben più forti ed accuse d'incompetenza "Ma questo non è assolutamente….!!!". Questo perché "il nome con cui tutti noi li conosciamo" varia non solo da regione a regione, ma da provincia a provincia, da vallata a vallata, da comune a comune, se non addirittura da frazione a frazione, da quartiere a quartiere; quello che crea maggiore confusione è che con lo stesso nome o con nomi molto simili in luoghi diversi si identificano funghi anche molto differenti, sia per uno studioso, che per un osservatore molto superficiale. Per questo motivo e per dare una risposta credibile ai visitatori delle mostre fungine nel 1995 iniziai a raccogliere dati sui vari nomi attribuiti in tutta Italia dai "fungaroli" ai carpofori oggetto della loro attenzione. Cominciai così a scoprire che il "prugnolo d'autunno", sia nel volgare che nelle varie forme dialettali, può essere in località diverse anche della mia stessa provincia la Clitocybe nebularis, il Leucopaxillus candidus, la Lepista nuda oppure la Clitocybe geotropa, che il "rossino" può essere un Agaricus della sezione Rubescentes, un Leccinum a cappello più o meno rosso, un Lactarius a lattice rosso ed arancio, l'Hygrophorus russula e similari, una Russula più o meno rossa, lo Xerocomus rubellus …. Una vera selva di funghi si nasconde poi in località diverse sotto il nome di "Cappello da prete".

Ho constatato che quando lo stesso nome viene usato per funghi molto diversi nella medesima località è indice quasi certo che quei funghi sono ritenuti velenosi o almeno non commestibili: Fons mac, Pisacá, Besacân, Bisacan, Bissacan, Fónz mât, Cavròn, Fungo de le capre, Trippa de pècora, Fugne, Tavarino, Fetecchia, Pernacchia, Cardolinu 'e cani, Cardolinu 'e scappuddu, Roba pazza, Fungiacci, Spèrgifamíie…

"Lei ha la morte nel cesto, son tutti Besacân!!!" Mi sono più volte sentito dire durante le mie raccolte nella mia provincia.

Quando il nome è invece mirato su una specie o su specie affini e comunque con dati macroscopici abbastanza simili è quasi certo che il fungo viene considerato commestibile e raccolto nella zona. In questi casi troviamo nomi tipici e radicati delle singole località che sono da collegare a tradizioni popolari spesso molto vecchie e nomi importati o per effetto del turismo o dell'immigrazione interna (è il caso della "finferla" Cantharellus lutescens, che in molte regioni d'Italia non veniva tradizionalmente consumata ed il cui consumo è quindi in quelle zone recente ed il nome è stato mutuato dal turismo in Trentino, dove il fungo viene consumato da sempre). In alcuni casi i nomi mutuati da altre zone sono stati adattati a specie diverse e macroscopicamente confondibili con il fungo a cui competeva il nome originalmente.

Oggi, che finalmente è andato alle stampe il mio "Dizionario dei nomi volgari e dialettali dei funghi in Italia e nel Canton Ticino", mi trovo con 4370 nomi volgari o dialettali da attribuire a circa 420 specie; mi rendo conto che son ben lontano dal possedere tutti i nomi attribuiti ai funghi in Italia e che il mio lavoro presenti, in particolare per alcune zone, grosse lacune.

Mi sono state molto utili alcune opere in cui apparivano accurate ricerche locali, in particolare la validissima opera curata da Maurizio Tafini con la collaborazione del Circolo Micologico Perugino "Il nome dei funghi in Umbria", "I funghi del territorio bresciano nella terminologia dialettale" curato da Nino Arietti del Museo Civico di Storia Naturale di Brescia, "Funghi e tartufi del maceratese" curato da Ettore Orsomando & Mattia Bencivenga & Enrico Bini per conto dell'Amministrazione Provinciale di Macerata; ma non meno preziosa è stata la collaborazione di tanti soci di diversi Gruppi Micologici.

Anche se è in territorio svizzero, ho riportato anche diversi nomi locali del Canton Ticino per la loro assonanza con le zone italiane con esso confinanti.

Spero che questo mio, pur imperfetto, lavoro possa servire non solo ai raccoglitori ed amanti dei funghi, ma anche agli studiosi come base di partenza per un più serio censimento: dove un fungo ha un nome è certo che in quel luogo cresce.

Mi scuso se in alcuni casi gli accenti del dialetto locale non sono del tutto corretti, ma ho riportato i dati fornitimi dai collaboratori vari.

 

RINGRAZIAMENTI

 

 

Ringrazio innanzitutto i soci del mio Gruppo, Gruppo Micologico e Naturalistico "R. Franchi" di Reggio Emilia, in particolare Giovanni Fontana per i nomi del Villaminozzese, Giacomo Borgatti per il materiale reperitomi nelle biblioteche reggiane, Giampaolo Simonini, Giuseppe Donelli, Amer Montecchi, Claudio Orlandini, Gaetano Bramini per il materiale fotografico, Luigi Cocchi per i nomi dei referenti fornitimi. Ringrazio Franca Franceschetti per la preziosa collaborazione datami nella correzione dei testi.

Ringrazio tutti gli amici di altri Gruppi che mi hanno fornito materiale e in particolare:

Alfredo Riva di Balerna (Svizzera); Stefano Gallo (Valle D'Aosta); Angelo Mantovani di Camisola Asti; Jon Raffaello di Brugherio -Milano; Ettore Gaggianese, Pierluigi Parrettini di Vigevano; Carlo Papetti di Brescia; Bigoni Pierino di Villa D'Ogna -Bergamo; Moscheni Giampietro di Bergamo; Marco Floriani di Trento; Bruno Gasparini di Trieste; Marino Zugna di Muggia; Fabio Padovani, Renata Orzes, Franco Boscherini, Luigi Piat, Antonio Brigo, Valter Guidolin, Silvio Bogo, Mario Pasuch di Belluno; Enrico Bizio di Venezia; Evelina Zanella, Franco Gasparini, Gino Bellato di Vicenza; Mario Mariotto di Gavazzale (Vicenza); Silvano Pizzardo di Rovigo; Candusso Massimo di Alessio; Vittorio Milani di Piacenza; Danilo Pasotti Bologna; Nicola Sitta di Lizzano -Bologna; Pietro Babini di Longastrino Ferrara; Pier Carlo Righetti di Rimini; Narducci Roberto di Siena; Idilio Antonioli Massa Carrara; Piero Balletti di Pistoia; Marco Papa di Civitanova Marche; Samuele Gabellini di Fano; Giovanni Mattioli di Ancona; Claudia Grasselli di Ascoli; Giovanni Silvaggi di Ceccano -Frosinone; Massimiliano Violante (Campania); Aldo Bini di Salerno; Giovanni Paccioni di L'Aquila; Osvaldo e Rosario Tagliavini di Potenza, Cillis Luigi di Pietragalla -Potenza; Gruppo Micologico Silano; Carmine Lavorato di S. Demetrio Corone Cosenza; Giuseppe Panzera di Reggio Calabria; Gaetano Damino di Messina; Alberto Mua di Cagliari; Andrea Arcà; Francesco Muzzu; Giovanni Cesaraccio, Agatino Consoli di Gravina di Catania; Carmine Siniscalco di Nepi (Viterbo); Mauro Marchetti di Pisa, Dominique Tamone Aosta, Antonio Tursi di Locorotondo (BA); Tommaso Cannizzaro (Cosenza); Ottorino Chiarello Cornedo Vicentino (VI), Andrea Brunori Roma; Wolfango Gualandi Correzzana (MI), Tofani Luciano Sarzana (La Spezia)..

 

Ulderico Bonazzi

 

MODALITA' PER L'ACQUISTO

I volumi del "Dizionario dei nomi volgari e dialettali dei funghi in Italia e nel Canton Ticino" corredati o no da un CD contenente anche i primi aggiornamenti rispetto la stampa sono disponibili presso il nostro Gruppo (Gruppo Micologico e Naturalistico "R. Franchi" Via Amendola 2 42100 Reggio E.- e-mail: gr.micnat@libero.it  alle seguenti condizioni:

AL PUBBLICO

Volume

Volume +CD (aggiornato con 6134 nomi per 531 specie

7€

10€

Ai soci del Gruppo "R. Franchi" e quanti ne ordinino almeno 10 copie

8€

Le eventuali spese di spedizione sono in aggiunta

 

 

Bollettino Svizzero di Micologia

2 - 2004

 

Dall'inserto della "LA STAMPA"

 

 

Torna a Pubblicazioni