< origine documento

 

Presentazione:

Titolo: SCUOLA AMICA : Progetto educativo pluridisciplinare UNICEF

Sottotitolo: Percorso educativo finalizzato a conoscere, capire ed interpretare correttamente i diritti degli adolescenti a scuola.

Anno scolastico di realizzazione: 2007 / 2008

Scuola: sede "Einstein" della Scuola Secondaria di I° grado "Da Vinci - Einstein"

Responsabile del progetto: Prof. Augusto Santini


Analisi:

Destinatari: 6 classi complessivamente (3 Classi 1° ; 2 Classi 2° ; 1 Classe 3°)

Bisogno/problema rilevato:
- Bisogno di potenziare nelle giovani generazioni di studenti la conoscenza e la consapevolezza in relazione ai concetti di "diritto" e di "dovere", in quanto riferimenti di base sui quali si regge l'educazione del cittadino.
- Necessità di concretizzare le Indicazioni Ministeriali volte a promuovere e a sostenere l'Educazione alla Cittadinanza.
- Esigenza di arricchire ulteriormente le competenze relazionali e metodologiche dell'insegnante con lo scopo di realizzare interazioni educative ancor più ricche di partecipazione da parte degli alunni.

Finalità:
- Promuovere e sostenere il processo di maturazione degli adolescenti, sia sul piano dello sviluppo della persona sia sul piano dell'educazione del cittadino, attraverso la conoscenza, la consapevolezza e l'esercizio dei personali diritti e dei personali doveri nel contesto scolastico.
- Arricchire ulteriormente le competenze dei docenti, sia sul piano comunicativo sia sul piano relazionale, con lo scopo di progettare-realizzare percorsi educativi ancor più condivisi tra insegnante e alunni.

Obiettivi educativi generali :
- Promuovere ulteriormente e sostenere, in ambito educativo scolastico, il diritto (e il dovere) alla partecipazione attiva e consapevole dei ragazzi nelle molteplici esperienze educativo-formative.
- Consolidare i presupposti che sostengono nell'insegnante la disponibilità all'ascolto delle opinioni di alunne e alunni, al fine di valorizzare ulteriormente, nei processi decisionali alla base della procedura di insegnamento-apprendimento, la loro partecipazione attiva.

Progetto > tempi e azioni:

Metodologia:
- Sintetiche e brevi presentazioni "frontali" dell'insegnante o dell'educatore Unicef.
- Brainstorming, sia per le ricognizioni conoscitive sia per le discussioni in gruppo.
- Giochi di ruolo funzionali alla comprensione di significati specifici.
- Simulazione di contesti problematici e di contesti auspicati.
- Riflessioni scritte in relazione al personale vissuto o a situazioni sperimentate.
- Applicazione di specifiche competenze acquisite in contesti disciplinari diversi.

Attività:
Scansione operativa del progetto, suddivisa per fasi (vedi docum. progettuale allegato)

Tempi:
"Pacchetti" di ore nel primo e nel secondo quadrimestre (vedi documento progettuale allegato).


> strumenti e collaborazioni:

Spazi, strumenti e materiali utilizzati:
- aula attrezzata con strumenti multimediali (computer con videoproiettore)
- Kit didattici forniti da Unicef
- Testi forniti da Unicef

Collaborazioni:
Intervento in classe di educatori Unicef

Partners:
UNICEF Comitato Provinciale di Reggio Emilia

Contributi finanziari:
Nessun fondo messo a disposizione da Unicef, ma interventi educativi senza spese a carico della amministrazione scolastica


Verifica > controllo e costi:

Valutazione/monitoraggio:
- Livello di partecipazione degli alunni alle molteplici situazioni condotte dall'insegnante, sia autonomamente sia in compresenza con l'educatore Unicef.
- Valutazione dei materiali scritti prodotti dagli alunni a seguito delle specifiche sollecitazioni.
- Questionario anonimo di valutazione compilato dagli alunni a fine esperienza.
- Valutazione finale scritta espressa dai sei docenti che hanno aderito al Progetto.

Costi:
La realizzazione del Progetto educativo pluridisciplinare Unicef non prevede spese a carico della amministrazione scolastica.

Reggio Emilia, 5 Novembre 2007
Per i Docenti coinvolti nel Progetto Unicef:
Prof. Augusto Santini