Prima pagina Da Vinci
Contenuti del sito
Home page
 
Attività didattiche
Elaborati delle classi e dei docenti
 
 


Operatori coinvolti


Fasi del progetto

Diamoci una regolata

Il progetto per l'utilizzo responsabile del
nuovo cortile scolastico
(a.s. 2002-03)

Ricostruiamo il nostro cortile
Progettazione partecipata

(inizio a.s. 2001-02)


OBIETTIVI


Lo scopo primario del progetto è la progettazione partecipata stessa, cioè il coinvolgimento dei ragazzi, delle loro famiglie
alla costruzione di un progetto relativo al territorio: al cortile
della scuola.
Un luogo dove i bambini e i ragazzi vivono bene è per sua
natura un luogo dove anche i grandi vivono bene. L'obiettivo
è quello di mettere insieme le esigenze e le idee dei ragazzi
per progettare il cortile che le due scuole "Leonardo da Vinci"
e "Carducci" hanno in comune per renderlo più accogliente e
poter giocare tranquilli.

 

METODOLOGIA

Lo studio e la progettazione del territorio in
cui ragazzi e le famiglie abitano, deve avvenire attraverso una metodologia in cui si condivida
lo sviluppo partecipato con pari opportunità,
fondato su valori e obiettivi condivisi, attraverso
un percorso definito.

I mediatori e i facilitatori del progetto sono gli operatori dei GET, gli insegnanti e gli operatori
del Centro per le famiglie, che insieme condivideranno tappe, obiettivi e valutazioni.


Il punto di partenza della progettazione partecipata del territorio è l'ambito scolastico attraverso unità
didattiche multidisciplinari in cui gli insegnanti guideranno ragazzi e genitori nello studio
e progettazione del territorio.

La partecipazione non si verifica spontaneamente, ma va seguita con metodo e costanza;
la sua pratica, infatti, espone le persone ad un'atmosfera di conflitto, che può essere
sostenuta solo alla presenza di pensiero progettuale e di un significativo livello di motivazione.