musica a scuola

Origine >

  Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.


Per info o commenti su questo lavoro
invia una mail con oggetto: feedback Costruire la musica >@

 

prof. Mirco Riccò Panciroli ...

Costruire la musica
Percorso di composizione per la scuola media (con esempi audio).

 

Introduzione

Come si costruisce un discorso musicale?
Come mettere in relazione materiali sonori (idee ritmiche, melodiche e timbriche) per produrre senso?
Comporre è una delle esperienze più gratificanti nel percorso di formazione musicale, ma richiede la capacità di dare soluzione a questi problemi.


Normalmente uno studente di scuola media possiede le tecniche di base per esprimersi in modo autonomo attraverso la scrittura o il disegno, ma spesso le sue abilità musicali si limitano alla riproduzione di modelli.

Di fatto la maggiorparte dei ragazzi impara ad eseguire musiche di vario repertorio, ma raramente è in grado di comporre elaborati musicali rispondenti ai propri criteri di senso, che inevitabilmente si basano sulle regole del linguaggio musicale più familiare: quello tonale.

Quando chiediamo ai ragazzi di inventare una musica spesso ci limitiamo a proporre elaborazioni timbriche o ritmiche, evitando le complessità della grammatica tonale. Ma se la scelta è giustificata per le prime classi (stanno lavorando su abilità di base), per uno studente di seconda o terza media i risultati possono essere deludenti, in quanto evidenziano un divario tra le sue competenze: "so scrivere testi commisurabili a quelli che so leggere", "so creare immagini commisurabili a quelle che so guardare", ma "non so comporre musiche commisurabili a quelle che so ascoltare".

Così mentre la didattica degli altri linguaggi ha come obiettivo primario l'autonomia espressiva (con la creazione di testi, immagini, oggetti, gesti, nati dal libero utilizzo di codici condivisi) spesso l'educazione musicale considera la composizione come una pratica "difficile" e finisce per privilegiare le abilità esecutive.

Ma proprio il linguaggio tonale si rivela un punto di riferimento fondamentale per agganciare le competenze di base dei ragazzi e motivarli nell'esperienza creativa (so comporre una musica "che ha senso"...).

In seguito sarà bene spostare l'attenzione anche verso altri sistemi musicali, introducendo concetti e tecniche compositive che esulano dall'ambito tonale, ma che proprio in rapporto ad esso acquistano motivazioni e significati comprensibili.


Questo percorso propone alcune tecniche di base per comporre elaborati musicali in ambito tonale.

La maggior parte delle attività proposte richiede la formazione di gruppi di lavoro (4/6 studenti) e l'impiego di un ampio strumentario didattico tipo Orff.
Ovviamente qualsiasi strumento portato dagli studenti può integrare la dotazione dei gruppi.

strumenti utilizzati dai gruppi

Ascolto

>> Ascolto : elaborati prodotti da gruppi di 2^ media

 

Il percorso è suddiviso in quattro parti corredate da esempi audio.
(Gli esempi audio sono ricavati dalle esperienze dei ragazzi).

1. > Creare relazioni ritmiche:
- gli ostinati
- sovrapporre ostinati ritmici
- annotazioni: suonare insieme

2. > Creare relazioni armoniche:
- gli ostinati melodici
- i bordoni in tonica e dominante

3. > Stabilire relazioni tra ritmo e armonia:
- creare ostinati melodici
- combinare ostinati ritmici e melodici

4. > Organizzare il discorso:
- progettare la forma
- mettere / togliere / scambiare
- ascoltare e correggere (autovalutazione)