Prima pagina Da Vinci
Contenuti del sito
Home page
 
Eventi,.
Orari, corsi, classi
Laboratori, aule speciali, spazi attrezzati
Attività didattiche
Elaborati delle classi e dei docenti
Segreteria unica e servizi
 
 

 

Nostra studentessa vince il concorso
per le scuole indetto dalla Polizia di Stato
________________________________________________


Con un originale tema Lin Ying Le, studentessa della "Da Vinci" in Italia da tre anni, ha vinto il
concorso nazionale per le scuole indetto dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Ministero
della Pubblica Istruzione, il Ministero dei Trasporti, la Fondazione ANIA e l' UNICEF.

Il concorso, dal titolo
La strada, maestra di vita, aveva come tema la sicurezza stradale e, più
in generale, il rispetto dei principi di legalità e convivenza civile che aiutano a diventare adulti
responsabili. L'iniziativa si inserisce nel progetto educativo
Il poliziotto: un amico in più, promosso
dalla Polizia di Stato per favorire la cultura della legalità tra i giovani.

Lin verrà premiata a Roma e sarà accompagnata dai propri genitori, dalla sua prof. di lettere Elvira
Fochi e dal Preside della nostra scuola.

Complimenti a Lin per il bellissimo tema e per aver rappresentato al meglio la nostra scuola.

 

Il tema di Lin:

La strada maestra di vita

''Vivi fino a quando studi, studi fino a quando vivi'' è un proverbio cinese, infatti, viviamo in questo mondo, da quando siamo nati, studiamo a parlare, studiamo a strisciare, studiamo a camminare... abbiamo imparato tantissime cose, dai genitori, dall'insegnate, dai fratelli (sorelle), anche qualche volta da una persona che non conoscevi.

Da quando hai visto questo titolo, mi dovresti fare una domanda: cosa ci ha insegnato la strada??? oh, ma aspetta un attimo, te lo dico subito.

1^ ): la strada ci ha insegnato di avere una responsabilità per conto proprio e anche per gli altri. In strada, devi avere assolutamente l'attenzione, è una responsabilità per la tua vita; perché, dico non è molto grave, se tu perderai una gamba o ti romperai l'osso di un braccio, certo potrai rimproverare l'autore che ti ha fatto male,qualche giorno dopo potrai avere anche un risarcimento da lui, ma comunque sarai triste: il dolore è tuo, il corpo è tuo, la perdita finale è tua. Quindi, meglio essere più chiari di mente, perché è un pazzo che non ha nemmeno responsabilità per sé.

2^): la strada ci ha insegnato a dare una precedenza a gli altri. Nonostante stai camminando o stai guidando un motore, in certi casi dobbiamo dare un passettino di precedenza agli altri per sicurezza nostro e loro. Anche questa moralità che ci ha insegnato la strada, serve molto per tutta la vita.

3^): la strada ci ha insegnato spesso ad aiutare gli altri. Se tu entri in una città dove non sei mai andato, non conosci le vie. Per esempio una volta io e la mia famiglia volevamo andare al mare di Rimini, perdevamo le indicazioni, quindi mio fratello si è fermato a chiedere un'indicazione ad un italiano, quell'uomo ci ha dato l'indicazione, ma non gli sembrava abbastanza e allora ci ha guidato fino al mare. Erano appena 2 mesi che ero in Italia e quell'uomo mi ha dato l'impressione che tutti gli italiani fossero molto disponibili ad aiutare gli altri.

Nella vita molte cose ci hanno insegnato a trovare un grande senso per la vita stessa e la strada ci ha insegnato non solo quello che ho scritto oggi. Da oggi, proverò a vedere i significati nascosti nella nostra vita.

Lin Ying Le