Prima pagina Da Vinci
Contenuti del sito
Home page
 
Orari, corsi, classi
Laboratori, aule speciali, spazi attrezzati
Attività didattiche
Elaborati delle classi e dei docenti
Segreteria unica e servizi
 
 
Inaugurazione dell'atelier intitolato a Marco Gerra.
da "Il Carlino Reggio" del 9-11-2008

 

M. Gerra 1980

L'opera di Gerra donata alla nostra scuola


"La scuola merita il primo posto". A ribadire il concetto
è il sindaco Graziano Delrio inaugurando un nuovo
spazio atelier all'interno della scuola "Leonardo Da Vinci"
in centro storico. Un atelier economicamente sostenuto
da Annamaria Ternelli Gerra, vedova del noto artista che
dà il nome allo Spazio Gerra. Prosegue in questo modo
da parte del Comune il percorso di attenzione agli ambienti educativi nella scuola reggiana.
La signora Gerra, disponibile e entusiasta come sempre,
si schermisce a sentirsi definire "benefattrice".
"Sorvoli, non lo dica!", intima rivolta al dirigente scolastico.
Ma è lei che ha fortemente voluto la realizzazione di questo spazio, regalando 12mila euro in ricordo del marito, insegnante per diversi anni della scuola. All'ingresso dell'atelier è stato collocato un quadro di Gerra, realizzato
nel 1980, espressione del figurativismo geometrico.
Dotato delle più moderne tecnologie l'atelier ora dispone
di una "smartboard", una lavagna interattiva che utilizza la tecnica del "touch screen", un videoproiettore, un telo elettrificato per proiezioni e altre attrezzature che permetteranno ai ragazzi di realizzare attività
interagendo tra i molteplici linguaggi espressivi. L'atelier è stato ripensato e progettato dai ragazzi
della scuola attraverso un percorso partecipato con insegnanti della scuola e insieme al servizio comunale Educazione e formazione nell'ambito del progetto "Qualità dell'abitare la scuola''.
Un coro di studenti della scuola ha accolto le autorità con un repertorio di canti popolari di diversi
Paesi del Mondo come gli studenti che lo costituiscono. Questo coro multietnico ha partecipato a
Bologna al concorso per Abbado "Un coro in ogni scuola" che ha avuto come momento conclusivo l'allestimento con Benigni e Abbado protagonisti dello spettacolo "Pierino e il lupo". "Una scuola interculturale è una occasione di crescita non solo per i ragazzi ma per la cittadinanza intera",
hanno ricordato il sindaco e l'assessore Juna Sassi, insieme all'avv. Bassi presidente della
1° Circoscrizione, ricordando le attività che hanno visto premiati i ragazzi della "Da Vinci" in vari campi. Poche ore prima alcuni studenti erano stati premiati dall'assessore Sassi come vincitori del concorso "Baobab, invito alla lettura", per aver costruito un libro su finta carta pergamena interamente scritto a
mano raccontando le loro storie di vita di giovanissimi migranti. Altre apprezzate attività della scuola
sono state le "audio guide" realizzate su alcuni monumenti della città nelle diverse lingue conosciute
dai ragazzi.

Monica Rossi ......

coro Da Vinci

Il concerto del coro "Da Vinci" per l'inaugurazione dell'atelier Gerra.