< Origine

 

Care amiche,

siamo a casa dalle 9.15 di Domenica. Siamo fisicamente qui però, parte di noi, del nostro cuore l'abbiamo lasciato in Italia.
Non troviamo parole adatte a manifestare quello che sentiamo per tutto quello di cui abbiamo goduto di arte e dei paesaggi dei luoghi che abbiamo visitato. Come è bella l'Italia!
Più importanti, però, sono i legami di amicizia che che abbiamo allacciato con voi, l'affetto, le sensazioni di calore, la qualità del vostro accompagnarci negli intensi, anche se brevi, brevissimi giorni che abbiamo trascorso insieme. Noi quattro siamo pienamente soddisfatti e enormemente riconoscenti.
A noi è stato insegnato che "è di buona nascita essere riconoscenti" (è un proverbio spagnolo di impossibile traduzione letterale, ma il senso si comprende). Come direbbe il nostro caro Don Chisciotte: "Grande differenza esiste tra le azioni che si compiono per amore e quelle che si compiono per riconoscenza. E del tutto possibile che un gentiluomo si disinnamori, però non può essere possibile, parlando con grande serietà, che sia irriconoscente." Le famiglie degli studenti ci stanno facendo arrivare i segni della loro riconoscenza per le famiglie italiane, per la buona accoglienza e per la cura che hanno riservato ai loro figli, prestando attenzione ad ogni dettaglio con l'obiettivo di far sentire le ragazze e i ragazzi come a casa loro. Tutto questo ci convince delle buone possibilità di questo progetto: "Conoscersi con la Matematica" che stiamo iniziando e dal quale ci aspettiamo molto, non solo per la matematica, ma, soprattutto, per la formazione umana degli studenti e dei professori che ogni anno abbiano l'opportunità di parteciparvi.
A questo progetto voi e noi stiamo apportando il meglio di noi stessi, perché, come scriveva Kostantino Kavafis:
"Il progresso è un edificio enorme. Tutti trasportiamo qualche pietra; qualcuno porta parole, un altro consigli, un altro documenti...".
Aspettiamo con impazienza il secondo tempo di questa "partita" che, ora, giocheremo sul nostro terreno.
Speriamo di essere ad un livello tanto alto come quello che voi avete mostrato.

Un bacio molto forte per voi e per gli altri amici: Andrea, Maria e Graziella.